venerdì 26 ottobre 2007



Riguardo a qst video che credo che parli da se, vorrei esprimere solo un parere su una frase alla fine che dice "ecco perchè non sono cristiano" o una cosa simile.... Essere cristiano è una cosa che va molto oltre la Chiesa Romana... Essere Cristiano vuol dire credere in Cristo e non negli uomini!!! Una persona può essere Cristianissima (ne conosco tante) eppure non rispecchiarsi in quello che dice la chiesa... Ma la chiesa sia chiaro, siamo noi... il popolo che crede in Cristo, l'ha detto Lui, quelle sono solo gerarchie e uno nelle gerarchie può rispecchiarcisi o no... Per cui, voglio dire solo una cosa a proposito, poi chiudo, una persona è cristiana quando ha la Fede in Dio, non quando ha le stesse idee morali del Papa, dei Cardinali e dei Vescovi... Per cui, va bene attaccare la Chiesa, lo faccio sempre anche io, ma lasciate stare la religione e tutti coloro che credono in quella religione. Cristiano=Cristo non Papa!!!!!!!!!!!!!!!
Bene, aperta e chiusa una parentesi che spero vi inviti a riflettere!!!
L'articolo 71 della costituzione italiana dice: "L'iniziativa delle leggi appartiene al Governo, a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale.
Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli."
Ma allora, qualcuno mi spiega perchè negli ultimi anni, leggi e riforme sono venute tutte da Ministri e mai dal parlamento o dall'iniziativa popolare? Al governo non spetta l'esecutivo? non spetta approvare le leggi proposte, discusse e corrette in Parlamento? Questa cosa io davvero non la approvo, è un malcostume che può diventare gravissimo, perchè se il governo propone una legge, la fa votare e in Parlamento ha anche il 60% della maggioranza, è ovvio che quella proposta diventa decreto, ma allora così si andrebbe incontro a una dittatura della maggioranza, dal momento che la minoranza non avendo i numeri è sempre sconfitta e soccombe, andando così a intaccare un'altro articolo della costituzione che dice che ci deve sempre essere la tutela della Laicità (altro tema che andrebbe discusso) e delle minoranze...
Bisogna assolutamente cambiare in 2 modi: 1) creare un Parlamento più forte in cui il governo non approvi i propri decreti legge, ma dove il parlamento e la popolazione in prima persona propongano e confutino le diverse tesi che porterebbero all'approvazione o al rifiuto di una proposta, in modo tale che se chi sta nella minoranza propone una riforma, se ne discuta nel Parlamento e si arrivi ad un'intesa tra le 2 parti che accontenti tutti quanti (si chiama democrazia).
2) cambiare completamente la mentalità della classe politica che ormai gioca solo a ricercare soddisfazioni personali e voti per la prossima legislatura e si disinteressa totalmente del Paese... Ripeto, l'attivita legislativa spatta al Parlamento e alla popolazione non solo al Governo (che può sempre proporre ovviamente) ed è necessario cercare di dare un nuovo assetto al parlamento in modo tale che chi sta all'"opposizione" non si veda schiacciate dai numeri superiori della maggioranza e sia tutelato oltre che nel rispetto, anche nel poter proporre riforme e leggi!!!!
Posta un commento