giovedì 22 maggio 2008

Il coraggio dell'impopolarità



Questo è come si suol dire (scusate il termine) un uomo con le balle.... Stamattina è venuto nel nostro liceo e abbiamo avuto (con tutta la scuola intendo) un dibattito davvero molto istruttivo e illuminante nell'economia generale delle politiche regionali e della stessa figura del Presidente Soru... " parole su Soru prima di cominciare: E' di Sanluri, un paese ex provincia di cagliari (tralasicamo il discorso provincie), ha studiato alla bocconi e ha vissuto a milano per diversi anni prima di tornare in Sardegna e dar vita a Tisali della quale tutt'oggi è padrone... E' governatore della Sardegna dal 2004 e SPERO lo sarà anche per la prossima legislatura! Di quest'uomo io ho sempre e solo letto e sentito parlare, andai nel 2006 in piazza da Prodi durante la campagna elettorale e lui spese poche parole di sostegno per Prodi, ma poi finito lì... Conosco bene la sua imitazione fatta dal magico Alessandro Pili, ma con lui ancora non avevo mai avuto esperienza personali... da oggi si... Posso davvero dire che è una persona eccezionale... a primo impatto può sembrare un uomo scontroso, freddo e chiuso è vero, e lo è stato per i primi 10 minuti, messo in difficoltà da circa 700 studenti del nostro liceo coi quali non ha tutti i giorni a che fare, m poi una volta rotto il ghiaccio si è rivelato un uomo gentile e disponibile e ben disposto a rispondere alle nostre domande... Certo, non tutti sono d'accordo con le sue idee per carità però io spezzo ugualmente una lancia in suo favore! Da noi in Sardegna ha perso più popolarità che Sarkozy in francia e me ne rammarico perchè penso che in questi hanno abbia davvero fatto tanto bene per la nostra isola... Io non sono un conservatore, nella maniera più assoluta però per certe cose oltre che conservare tornerei anche indietro... Albert Camus ricordava alla sinistra che a volte occorre conservare, salvare qualcosa, e non solo trasformare la realtà, diceva "conservare ciò che conta dell'esistenza"!! alla speculazione e al progressismo finto dei villaggi turistici aperti 30 giorni all'anno per deturpare una costa e far fare soldi a qualche scemetto a danni della terra non ci sto, a piantare pale eoliche nel gennargentu perchè c'è più vento che a Macchiareddu non ci sto (non sulle pale in se, sulle pale messe lì), ecco in questo no e in questo difendo Soru perchè lui da imprenditore e uomo che guarda al futuro, avrebbe detto facilmente si a tutto questo "è più facile dire si che no anche in politica" (citazione sua)! ci avrebbe guadagnato anche lui, invece ha messo in primo posto la sua isola, la sua salvaguardia per le generazioni future, perchè anche noi abbiamo diritto di goderci il nostro bel mare... Le scelte impoplari fanno male, e questo sempre, in politica lo paghi con l'impopolarità appunto che poi paghi con una sconfitta alle elezioni, ma almeno sai dentro di te che hai fatto del bene al prossimo e per questo io sostengo Soru e il suo operato... Quello che mi ha colpito inoltre stamattina è la facilità con cui riusciva a farsi capire, una cosa insolita per uno che non ha la fama di un buon oratore, e riusciva a esporre le sue idee sulla lingua sarda ad esempio (che non al 100% condivido) e come riusciva a farci capire che lui è veramente per il progresso e il futuro e che da queste sue idee di avanzamento sociale muove la politica regionale che è ben indirizzata su queste direttive... La regione ha stanziato 10000000€ per gli studenti sardi meritevoli per lo studio universitario (6000 per chi parte 3000 per chi resta.. all'anno) e non so se rende l'idea... 500€ al mese per un pezzentello che va a studiare non fanno mica schifo checchè se ne dica... Siamo fortunati ad avere un presidente così, che addirittura per togliersi dal conflitto d'interesse sta vendendo (a quanto si dice) Tiscali... E' stato veramente un fantastico incontro e ringrazio qui pubblicamente i nostri rappresentanti d'istituto che l'hanno organizzato!!! E' davvero un grande... MAGICO SORU....
Posta un commento