mercoledì 12 dicembre 2012

L'illusione di non sentirsi diverse


Per me le quote rosa sono quanto di più populista e offensivo ci sia nei confronti delle donne!!!
Negli anni 70 sono sorti in Italia i movimenti femministi, quelli che reclamavano la parità tra i sessi, le pari opportunità di lavoro per uomini e donne, la libertà di scelta, la possibilità di vivere la vita in modo disinvolto come prima non era possibile per una serie di limiti sociali e pregiudizi!! Si battevano per avere pari dignità!!
Nel 1946 per la prima volta le donne poterono votare alle elezioni quando si scelse con un referendum tra monarchia e repubblica dopo la Seconda Guerra Mondiale! Oggi siamo nel 2012 e tra uomini e donne non intercorre più alcuna divisione!!! Formale... apparente...
Già perchè se un gruppo di persone sostiene che in determinate sedi, alcuni posti verranno riservati alle donne mi suona un pò come: vabbè, pro bono rinunciamo noi uomini, che siamo capaci e diamo una chance a persone meno in grado, giusto perchè non si dica poi che non abbiamo pari diritti!!!
E riservare dei posti (anche semplicemente dicendo che in un governo o al Parlamento la metà dei posti sarà riservata a donne o che le donne avranno la possibilità di avere visibilità come gli uomini) è come ammettere un più basso livello che per bontà umana verrà pareggiato per scansare pregiudizi o false credenze!!
Perchè ci devono essere i posti riservati?? Perchè bisogna ammettere la parità tra sessi e poi lasciare che non ci sia parità perchè ci si sente tutori di un gruppo debole?
Io son dell'idea che se una donna merita più di un uomo, il posto le spetti di diritto, ma non perchè è donna, ma perchè è più capace.
Io sogno un parlamento in cui le donne sanno farsi valere e sappiano dimostrare di essere più capaci e meritevoli degli uomini di guidare la cosa pubblica e non perchè sono donne e dunque devono essere tutelate.
Io sogno delle aziende in cui nel CdA sia più numerosa la partecipazione femminile perchè dimostrano di sapere gestire un'azienda in modo più efficiente e meritevole degli uomini e non perchè le statistiche dicono che in Italia la stramaggioranza delle imprese è guidata dagli uomini e dunque bisogna pareggiare.
Io sogno che la tutela delle donne avvenga nelle loro case quando mariti ubriachi e violenti tornano a casa, le violentano e le picchiano e qualche volta le ammazzano, quando per strada vengono trascinate nei vicoli e stuprate senza pietà, quando assillate da uno stalker chiedono aiuto perchè hanno paura, quando si iscrivono all'università e i professori maschilisti le ritengono inferiori, quando si iscrivono all'università e i professori maschilisti le ricattano per abusarne, quando in televisione si approfittano dell'ingenuità, dell'ignoranza e della scarsa conoscenza della dignità per farle ballare nude o ritrarle in calendari facendole credere che sono libere di fare quello che vogliono col loro corpo, quando arrivano dall'est Europa o dall'Africa e le mettono in mezzo ad una strada perchè quella è la vita per cui sono state vendute, quando incinte hanno bisogno di parcheggiare comodamente per non doversi affaticare troppo, quando non viene data loro la possibilità di sapere che la loro dignità è sacra e se sono capaci e meritevoli hanno più diritto di contare degli uomini senza che per loro sia riservato un posto da "diverse"
Posta un commento