domenica 24 marzo 2013

Siate il cambiamento che sognate per il mondo

La bocca delle persone spesso e volentieri si riempie di parole magnificenti, di intenzioni nobili, di propositi elevati e desiderio di cambiamento rispetto a ciò che prima non ha funzionato!
La bocca delle persone però, spesso di riempie di tutto questo senza aver prima fatto un esame di coscienza, senza aver prima seriamente pensato a come mettere in pratica questa spinta di rinnovamento!

Viviamo un momento storico in cui anche i bambini hanno capito che sarà un punto di svolta, vuoi per ciò che abbiamo vissuto questi anni difficili, vuoi per le sfide che ci attendono, vuoi per gli attori che calcano il palcoscenico! Eppure io mi domando cosa sia per le persone il rinnovamento...
Vedo tanti che sono pronti a puntare il dito contro le malefattezze del vicino, a scrutare con occhio dubbioso ogni parola che esce dalla sua bocca, a tentare di captare in anticipo ogni fallo questi stia per compiere per poterlo additare come uno da rinnovare!
Nessuno riesce a guardare dentro di se e dire: sto sbagliando!!!

Perchè quando un sistema non funziona sono gli altri a non farlo funzionare, quando la ruota non gira è perchè qualcuno ha messo un bastone per bloccarla (senza saperne le intezioni anche), ma la prima parola che esce è poi la freccia del giudizio!

Eppure la vita ci mette di fronte a tante occasioni per riuscire a percepire i nostri errori, una persona che non li coglie è una persona che non si fa domande e chi non si fa domande è totalmente annegato nel mare dei pregiudizi e della propria superbia!!!
Spesso le persone hanno nel loro piccolo la possibilità di compiere dei gesti che se nell'immediato appaiono insignificanti se guardati nell'insieme della società e nel lungo periodo possono segnare un cambiamento molto più grande di quello che si annuncia dopo lo squillo di mille trombe.
Perchè è facile dare segnali grandi e che lasciano il segno, a volte è quasi obbligatorio e non lo si fa neanche spontaneamente o nella più totale convinzione, ma fare tutti i giorni dei piccoli passi costanti per dare una svolta tutti insieme al cambiamento è di una difficoltà mostruosa!!

Ma allora cos'è il cambiamento? E' lasciare che i nunzi proclamino i grandi gesti che, una volta passato il momento, vengono dimenticati e messi via, gesti che son chiesti coram populo che servono giustamente a dare un segno e che poi restano nella leggenda di un momento di rinascita nella forma, ma non nella sostanza o piccoli gesti compiuti da TUTTI nel quotidiano, gesti frutto di un dialogo con se stessi, gesti frutto di un disegno lungimirante, figli di un desiderio profondo di qualcosa di più del mero giustizialismo a cui le fasi di crisi portano i cuori della gente?

Gandhi diceva: "Siate il cambiamento che vorreste vedere nel mondo"
Lo diceva più di un secolo fa... Forse come tutti i più grandi e profondi messaggi è senza tempo ed è il momento di riscoprirlo!!!
Posta un commento