sabato 13 aprile 2013

Lettera aperta a Massimo Zedda sulla questione poetto


Caro Sindaco Massimo Zedda,
siamo ormai a metà Aprile e si avvicina inesorabilmente la stagione estiva, che, come lei ben sa, nella nostra amata isola incomincia prima rispetto alle altre regioni!
C'è una vicenda che però sembra ancora lungi dall'essere risolta, quella dei baretti del poetto che, si voglia o no, costituiscono un porto sicuro della "movida" cagliaritana in giornate calde come quelle che sono a venire!

La vicenda iniziata la scorsa estate con la proroga e gli accordi temporanei, è stata a mio avviso ben gestita dalla sua amministrazione perchè se ci son regole che debbono essere rispettate, è giusto che si facciano rispettare e se è possibile effettuare deroghe e concedere autorizzazioni temporanee una tantum va ancora meglio se questo comporta lavoro e punti di riferimento per il turismo!

Ma oggi? Oggi la situazione non è ancora risolta e continuiamo a leggere sui giornali di revoche delle licenze e ancora nessuna autorizzazione all'apertura dei locali!!
E' trascorso quasi un anno ormai e come mai non si è ancora sistemata questa questione? Come mai i baretti del Poetto non hanno ancora il via libera per riprendere le loro attività, ma non sanno neanche se sarà data l'oro la possibilità questa estate di lavorare e creare attrattive per il nostro turismo?

Penso che sia una questione preminente da risolvere e chiarire con la Regione che, convinto che non sia il meglio tra gli interlocutori possibili, è tuttavia un partner con cui doversi relazionare per la risoluzione della questione!
Qual'è lo stato dell'arte oggi? A che punto siamo con i lavori per le autorizzazioni? Saranno autorizzazioni temporanee o concessioni pluriennali con l'impegno di mettere in regola i locali?

Noi cittadini e i ristoratori in primis necessitiamo di queste risposte e vorremmo conoscere da lei e dalla sua giunta come intenderete risolvere questo problema che ormai morde i talloni del tempo con l'estate che si avvicina inesorabilmente!

Tutti quanti teniamo al rispetto delle regole, ma anche al turismo, alle famiglie che lavorano, al preservamento delle nostre spiagge e allo sviluppo della nostra amatissima città!

Con la presente le auguro un buon lavoro

Enrico Cara
Posta un commento