lunedì 29 aprile 2013

Vorrei davvero sbagliare!!!


E' successo un pasticcio esagerato!!!
In questi 60 giorni dal voto nulla è stato fatto e tanto è stato distrutto da quanto fatto... Da chi?? A mio giudizio da due soggetti molto diversi tra loro, ma che contemporaneamente hanno messo la parola fine a un ciclo, ma anche hanno lasciato in sospeso questioni che richiedevano una certa urgenza. Questi sono i dirigenti del Partito Democratico e i parlamentari (non tutti ne son certo, ma tanto nessuno di loro uscirà mai dallo stato di terrore in cui vive) del Movimento 5 Stelle.

Partiamo con ordine; Bersani tenta di fare un governo cercando a priori la fiducia delle camere su indicazione di Napolitano (che costituzione alla mano nomina il Presidente del Consiglio a suo "piacimento") chiedendo al M5S una mano anche da esterno facendosi persino umiliare in una vergognosa diretta streaming in cui si palesa un'ignoranza abissale, una saccenza e una presunzione che avevo visto solo nei migliori anni berlusconiani.
La trattativa salta, Bersani si rifiuta di chiedere al PDL e il mandato viene rimesso nelle mani di Napolitano.
Poi la vicenda Presidente della Repubblica, e scoppia il caso inciucio. Sappiamo tutti come sia andata e sappiamo dei 101 TRADITORI (imparagonabili ai 90 di Marini che hanno sempre dichiarato di non esser d'accordo) che hanno affondato una persona infinitamente straordinaria come Romano Prodi e quello che restava di questo partito allo scatafascio!

Se oggi, dunque, abbiamo un governo così trasformista e gattopardo in cui su 21 ministri 5 sono del PDL e 2 di Scelta Civica è grazie a questo tradimento e al niet precedente del M5S, perchè hanno ragione Napolitano e gli altri, un governo è estremamente urgente per questo Paese allo sbaraglio.

Tra 2 mesi finiscono i soldi della Cassa integrazione in deroga, a luglio ci sarà un nuovo aumento dell'IVA, i mercati finanziari ci stanno sul collo, la disoccupazione continua a crescere (dati ISTAT alla mano) e le aziende continuano ad essere soffocate dai debiti che lo stato ha nei loro confronti!

Ma è questo il governo giusto?
Nella settimana precedente noi giovani del partito democratico abbiamo fatto e stiamo ancora facendo di tutto per dire no al governo dell'inciucio, abbiamo occupato la sede regionale, siamo andati in tv e sui giornali, abbiamo fatto sit in e riunioni aperte con una partecipazione straordinaria di tante persone e abbiamo chiesto 3 cose che finora son rimaste inascoltate:
1) No governo con Berlusconi, ma governo di scopo di durata di 1 anno con ministri esterni al mondo politico per concludere tre punti che sono: riforma elettorale, riforma isituzionale e taglio costi della politica e manovre economico finanziarie per dare ossigeno alle imprese e alle famiglie (alla faccia degli 8 punti di Bersani, voglio vedere chi non se le ricorda queste cose, poi dicono che i giovani non sanno comunicare);
2) Reset della classe dirigente nazionale e locale che ha fallito completamente, dalla campagna elettorale a questi avvicendamenti sul PdR;
3) Congresso aperto a tutti e non vincolato ai tesseramenti.

Avevamo i nostri dubbi, abbiamo fatto le nostre proposte, siamo rimasti inascoltati...
Oggi si voterà la fiducia ad un governo senza un programma, una fiducia in bianco che se fossi parlamentare non voterei unendomi a Pippo Civati (uno che le palle le sta mostrando e guai a toccarlo). Mi spiace per Letta che stimo come persona (lo votai alle primarie contro Veltroni) e contro alcuni ministri che apprezzo davvero tanto (come la Idem, la Carrozza, la Cancellieri, la Kyenge, Del Rio...), ma su cosa discuteranno al tavolo del consiglio dei ministri con gente come Alfano e Quagliariello?? Ho scritto un post una settimana fa sull'impraticabilità di questo tipo di governo e sono tuttora convinto di questa scelta scellerata di commistione con un nemico odiato, con un gruppetto di burattini nelle mani di un giostraio folle e pericoloso che da 20 anni intossica le nostre vite e ha distrutto un Paese!

Non sono contento di tutto questo, sono preoccupato che questo governo duri a lungo sotto ricatti (non ci vorrà niente a togliergli la fiducia e aprire una nuova crisi politica), che non faccia niente di quanto sia chiamato a fare, che sarà pilotato da chi vorrei vedere via da questo Paese!
Ci sono tante realtà che aspettano risposte: studenti, operai, disabili, cass'integrati, disoccupati, famiglie, ammalati, anziani... tutti i più deboli sono oggi sospesi ad un filo debolissimo che rischia di spezzarsi inesorabilmente, lasciando indietro chi non ce la fa, chi ha bisogno di aiuto, chi è la promessa di un futuro, chi sarà lì tra 10 20 30 anni a chiedere ancora aiuto per gli errori che stiamo commettendo ora!!!

Mi voglio sbagliare, vorrei scrivere un post tra un anno che smentisca tutti questi miei pensieri... sono pessimista però, ho paura dei ricatti figli di una politica marcia di 20 anni!
Auguro tuttavia a questo governo un buon lavoro, vorrei che mi stupisca e mi smentisca, glielo auguro, ma non per me (si anche visto che ho 23 anni, studio e tra un pò vorrei andare a lavorare) per chi soffre e non ha niente, per chi è esposto alla fame e alla sofferenza, per gli ultimi, per i più deboli... per tutti coloro che sempre dovrebbero essere il centro delle nostre preoccupazioni e i primi a cui pensare e che invece oggi sono lasciati a se stessi in una natura selvaggia in cui vince il più forte!

Buon lavoro Ministri, Buon lavoro Parlamento!!!
Posta un commento