mercoledì 4 dicembre 2013

Athenae capta Romam cepit!!! Perchè voterò Matteo Renzi




Apro questo post con il video di Oscar Farinetti (proprietario di Eataly per chi non lo conoscesse) alla Leopolda 2013, la convention di Matteo Renzi a Firenze in cui intellettuali e politici e persone della società civile si confrontano su politica, società, futuro, presente...
E lo apro con questo video perchè vorrei che tutti lo ascoltassero e leggessero in questi 33 minuti quello che ci ho letto io, speranza!!!

Seguo Matteo Renzi da un pò di anni, da quando faceva le sue prime comparse in tv da Presidente della Provincia di Firenze, poi da quando divenne sindaco e da quando nel 2010 creò la prima Leopolda con al fianco Giuseppe Civati!
Poi il ragazzo crebbe, si fece le ossa in un ambiente da far west e l'anno scorso lo votai alle primarie per la candidatura a presidente del consiglio per le elezioni di Febbraio. Persi, ma come dice Farinetti in questo video "Athenae capta Romam cepit" (che sarebbe in reatà "Graecia capta ferum vincitorem cepit") ovvero Atene conquistata conquistò Roma.

Già, perchè un anno fa Renzi perse (non di molto), e oggi pare che sia il vincitore in pectore (speriamo) del congresso del PD per il quale si voterà l'8 Dicembre. Perchè? Perchè forse ci si è accorti che in verità questo "ragazzo" ha qualcosa da dire più di quanto un anno fa si immaginasse.

Scelgo Renzi perchè ha carisma, scelgo Renzi perchè ha carattere, scelgo Renzi perchè è un leader.
Sapete qual'è la differenza tra un capopopolo e un leader? Che il leader si sporca le mani con il popolo. Renzi ha fatto l'amministratore (provincia e poi comune) e sa cosa voglia dire amministrare, confrontarsi vis a vis con i cittadini e i propri elettori, sa cosa vuol dire affrontare un problema che l'indomani crea confusione e stallo... Renzi sa governare.

Scelgo Renzi perchè parla con parole NUOVE!!! Son nato nel 1990 e fino ad oggi che ho 23 anni e sono alla soglia dei 24 ho sempre e solo sentito (salvo qualche eccezione che, guarda un pò, sostiene proprio Renzi) le stesse parole, la stessa terminologia, gli stessi concetti e le stesse ideologie e proposte di prima che nascessi!!!

BASTA!!!!!!
Sento i miei coetanei inneggiare a personaggi (grandi, per carità) del passato, osannare i tempi passati, parlare con parole del passato, proporre cose fallite nel passato... Io intorno a me vedo solo il passato!
E quello che mi piace di Matteo Renzi è che è uno che vede il futuro, che non ha paura di parlare con parole nuove, che non ha paura di scardinare vecchie ideologie e vecchie battaglie andate perse per crearne delle nuove (speriamo non ideologie) che leggono i dati nel presente e li elaborano per avere un risultato per il futuro! E mi piace quando lo sento parlare di giovani, di imprenditori, di lavoratori dipendenti, di pensionati, di casa, di scuola, di welfare, di tasse, di politica, di ambiente, di immigrazione, di diritti, di doveri, di libertà.... sempre... mi piace sempre quello che dice!
Perchè le proposte possono essere bene o male confutabili, ma le idee e la visione del domani, quella è inconfutabile e inopinabile...E' la stessa!

Scelgo Renzi perchè ha capito che in Italia si deve creare lavoro, non darlo! Se non sosteniamo gli imprenditori a creare imprese a misura di dipendenti e per soddisfare una domanda globalizzata, non ci possono essere battaglie per la disoccupazione, la cassa integrazione o le pensioni (temi tanto cari alla vecchia sinistra). Perchè ha capito che la mala finanza va regolamentata, controllata e limitata, ma la finanza, se usata per scopi giusti è utile all'uomo a stare meglio. E perchè ha capito che possiamo avere a cuore i diritti dei deboli non se puniamo selvaggiamente i cattivi e i prepotenti, ma se diamo ai deboli la possibilità di diventare forti!

Scelgo Renzi perchè alla parola "Uguaglianza" ha sostituito la parola "Equità" che significa che non diamo a tutti gli stessi strumenti, ma diamo ai deboli più strumenti per poter diminuire il loro svantaggio in modo tale da competere alla pari con quelli che sarebbero altrimenti più forti.

Scelgo Renzi perchè non si nasconde nelle parole trite e ritrite, ma sa circondarsi di persone competenti che studiano i problemi e tirano fuori proposte concrete pronte da mettere in pratica.

Scelgo Renzi perchè alla pesantezza di mille parole, di uno Stato di burocrati, di una macchina pesante che non riesce a decollare preferisce la semplicità di poche parole chiare, di pochi procedimenti trasparenti e puliti, di poche regole che valgano ugualmente per tutti. Ci immaginiamo un futuro in cui per aprire un'azienda, un negozio, un'attività non dobbiamo passare per 1000 uffici, 1000 bolli, 1000 autorizzazioni di 1000 persone diverse. Anche questo è creare lavoro!!!

Scelgo Renzi perchè allo Stato affianca l'associazionismo e i movimenti che lavorano silenziosamente per tenere in piedi la baracca che lo Stato non riesce a sostenere, di chi si fa peso quotidianamente di tanti problemi (scuole, servizi, sanità, opere di bene e di carità, attività sportive, ricreative, educative, assistenziali....) e viene continuamente offeso e mistificato da chi non accetta che si possa aiutare il prossimo anche con le opere private. Non dev'essere un continuo contrasto e una continua lotta di potere, ma un'armonioso aiutarsi e sostenersi a vicenda.

Scelgo Renzi perchè sogna gli Stati uniti d'Europa, non un'unione europea basata su trattati economici, ma un'insieme di popoli, culture e mondi che vivono sotto un'unica bandiera nel rispetto e nella valorizzazione delle proprie differenze.

Scelgo Renzi perchè ha con se persone che parlano di energie rinnovabili, di disinquinamento e di ambiente. C'è un detto indiano (d'America) che dice: il mondo non c'è stato dato in dono dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli!
Dobbiamo rispettarlo, proteggerlo, preservarlo e valorizzarlo! Renzi vuole fare questo!

Scelgo Renzi poi perchè dà un nome alle ingiustizie, le chiama una ad una e non ha paura di farsi dei nemici, le vuole affrontare ed eliminare per creare un Paese a misura d'uomo fatto dagli uomini per gli uomini secondo principi di equità e fraternità.

Sbaglierò magari, ne riparleremo tra un po' di tempo, quando tutto questo verrà disilluso...  O magari no. Io mi auguro di no e spero davvero che tutto quello che esce dalla sua bocca e da quella dei suoi collaboratori possa diventare reatà.

Il mio modo di concepire una democrazia e di immaginare il Paese che vivrò io domani e che vorrei vivessero i miei figli è davvero vicino a quello di Matteo Renzi, per cui io, l'8 Dicembre, lo voterò.

Se volete sapere di più sulla sua mozione e il suo programmino leggete qui la versione pallosa, qui la versione più leggera

Per aspera ad astra!!!!
Posta un commento